Teatro Bellini


Via Conte di Ruvo, 14 - 80135 Napoli (Napoli)
Telefono: -
Fax:
E-mail:
Sito Ufficiale:


 
 



Luoghi



Teatro Bellini


Napoli (Napoli)


Il Teatro sorse nel 1864...
...nell'area del Museo Nazionale, ad un passo dal Conservatorio di San Pietro a Majella e dall'Accademia di Belle Arti. A costruirlo fu un aristocratico, il barone La Capria, che chiese a Carlo Sorgente un progetto assai ricco che ricordasse il più possibile l'Opera Comique.L'armonia delle linee, la profusione degli ori, gli affreschi del proscenio, i festoni colorati, le figure intagliate e dorate impressionarono vivamente il pubblico. La sera del 15 novembre 1879, in una sala sfolgorante (era impresario Antonio Du Locle) si rappresentò Carmen (interpretata dalla famosa Celestina Galli-Mariè), che ottenne per la prima volta in Europa un successo memorabile. Nel 1962 il teatro ospitò il suo ultimo spettacolo: Masaniello con Nino Taranto. Dopo decenni di abbandono, grazie alla caparbietà e all'impegno di un gruppo di uomini votati al teatro e alla cultura, il Teatro è stato restituito alla città.Dal 19 novembre 1988, con L'Opera da tre soldi portata in scena da Tato Russo (direttore artistico) si è dato il via a una serie di stagioni teatrali di straordinaria importanza per la vita culturale della città di Napoli.
 


PRIMO BELLINI

Data e spettacolo di apertura: 13 novembre 1864, con esibizione del Circo Guillaume
Anni di attivià: 1864 - 1869
Ubicazione: Via Bellini, sul lato occidentale di Palazzo Tommasi
Committenza: Barone Nicola Lacapra Sabelli
Progettista: Architetto Carlo Sorgente
Tipologia: a forma di circo, con un ordine di palchetti e due di logge
Capienza: 1200 spettatori
Stagioni: senza distinzione
Destinazione d'uso: spettacoli equestri poi opera lirica
Gestione: impresa privata.


SECONDO BELLINI
Data e spettacolo di apertura: 6 febbraio 1878, I Puritani e i cavalieri di Vincenzo Bellini
Anni di attivià: 1877 - 1963
Ubicazione: Via Conte di Ruvo, una delle arterie trasversali fra Via Costatinopoli e Via Pessina, sull'area del monastero di San Giovaniello, prospicente al lato sud dell'Istituto di Belle Arti
Committenza: Barone Nicola Lacapra Sabelli
Progettista: Architetto Carlo Sorgente
Decoratori: boccascena Vincenzo Migliaro; sipario Gioanni Ponticelli e Pasquale De Criscito; plafond Vincenzo Paliotti
Tipologia: teatro all'italiana su pianta a ferro di cavallo con cinque ordini di palchi (18 al primo, 21 negli altri), ed un sesto ordine a loggia continua.

DIMENSIONI
Platea: asse trasversale m. 16.60asse longitudinale (fino alla linea del boccascena) m. 18.50 H. m. 16.80 (al fondo sala); 17.70 (all'inizio del golfo mistico).
Boccascena: larghezza m. 13.00; h. m. 13.50.
Palcoscenico: larghezza max m. 22.50larghezza min m. 19.20profondità (dalla ribalta al muro di fondo) m. 15.00 h. fino al graticcio m. 19.50.
Capienza: 1200 spettatori circa (550 nei palchi, 350 in platea, 300 nel loggione)
Destinazione d'uso: inizialmente adibito all'opera lirica, poi anche alla prosa, all'operetta, al teatro dialettale e dopo il 1915 alle proiezioni cinematografiche.
Stagioni: senza distinzione.
Gestione: impresa privata.


Maggiori informazioni:
E-Mail:info@teatrobellini.it
E-Mail:direzione@teatrobellini.it
E-Mail:produzione@teatrobellini.it
E-Mail:botteghino@teatrobellini.it
Tel.: +39 0815491266
Fax: +39 0815499656
Indirizzo: via Conte di Ruvo 14-Napoli (80100)-Italia

Tour Virtuali
Nelle vicinanze
Orto Botanico
Orto Botanico
Napoli (Napoli)
Teatro Villa Patrizi
Teatro Villa Patrizi
Napoli (Napoli)
Fontana del Gigante
Fontana del Gigante
Napoli (Napoli)
Dove Soggiornare
Mappa
Clicca su Visualizza percorso per i dettagli sulle distanze.