Teatro Bellini


Via Conte di Ruvo, 14 - 80135 Napoli (Napoli)
Telefono: -
Fax:
E-mail:
Sito Ufficiale:


 
 



Luoghi



Teatro Bellini


Napoli (Napoli)


Il Teatro sorse nel 1864...
...nell'area del Museo Nazionale, ad un passo dal Conservatorio di San Pietro a Majella e dall'Accademia di Belle Arti. A costruirlo fu un aristocratico, il barone La Capria, che chiese a Carlo Sorgente un progetto assai ricco che ricordasse il più possibile l'Opera Comique.L'armonia delle linee, la profusione degli ori, gli affreschi del proscenio, i festoni colorati, le figure intagliate e dorate impressionarono vivamente il pubblico. La sera del 15 novembre 1879, in una sala sfolgorante (era impresario Antonio Du Locle) si rappresentò Carmen (interpretata dalla famosa Celestina Galli-Mariè), che ottenne per la prima volta in Europa un successo memorabile. Nel 1962 il teatro ospitò il suo ultimo spettacolo: Masaniello con Nino Taranto. Dopo decenni di abbandono, grazie alla caparbietà e all'impegno di un gruppo di uomini votati al teatro e alla cultura, il Teatro è stato restituito alla città.Dal 19 novembre 1988, con L'Opera da tre soldi portata in scena da Tato Russo (direttore artistico) si è dato il via a una serie di stagioni teatrali di straordinaria importanza per la vita culturale della città di Napoli.
 


PRIMO BELLINI

Data e spettacolo di apertura: 13 novembre 1864, con esibizione del Circo Guillaume
Anni di attivià: 1864 - 1869
Ubicazione: Via Bellini, sul lato occidentale di Palazzo Tommasi
Committenza: Barone Nicola Lacapra Sabelli
Progettista: Architetto Carlo Sorgente
Tipologia: a forma di circo, con un ordine di palchetti e due di logge
Capienza: 1200 spettatori
Stagioni: senza distinzione
Destinazione d'uso: spettacoli equestri poi opera lirica
Gestione: impresa privata.


SECONDO BELLINI
Data e spettacolo di apertura: 6 febbraio 1878, I Puritani e i cavalieri di Vincenzo Bellini
Anni di attivià: 1877 - 1963
Ubicazione: Via Conte di Ruvo, una delle arterie trasversali fra Via Costatinopoli e Via Pessina, sull'area del monastero di San Giovaniello, prospicente al lato sud dell'Istituto di Belle Arti
Committenza: Barone Nicola Lacapra Sabelli
Progettista: Architetto Carlo Sorgente
Decoratori: boccascena Vincenzo Migliaro; sipario Gioanni Ponticelli e Pasquale De Criscito; plafond Vincenzo Paliotti
Tipologia: teatro all'italiana su pianta a ferro di cavallo con cinque ordini di palchi (18 al primo, 21 negli altri), ed un sesto ordine a loggia continua.

DIMENSIONI
Platea: asse trasversale m. 16.60asse longitudinale (fino alla linea del boccascena) m. 18.50 H. m. 16.80 (al fondo sala); 17.70 (all'inizio del golfo mistico).
Boccascena: larghezza m. 13.00; h. m. 13.50.
Palcoscenico: larghezza max m. 22.50larghezza min m. 19.20profondità (dalla ribalta al muro di fondo) m. 15.00 h. fino al graticcio m. 19.50.
Capienza: 1200 spettatori circa (550 nei palchi, 350 in platea, 300 nel loggione)
Destinazione d'uso: inizialmente adibito all'opera lirica, poi anche alla prosa, all'operetta, al teatro dialettale e dopo il 1915 alle proiezioni cinematografiche.
Stagioni: senza distinzione.
Gestione: impresa privata.


Maggiori informazioni:
E-Mail:info@teatrobellini.it
E-Mail:direzione@teatrobellini.it
E-Mail:produzione@teatrobellini.it
E-Mail:botteghino@teatrobellini.it
Tel.: +39 0815491266
Fax: +39 0815499656
Indirizzo: via Conte di Ruvo 14-Napoli (80100)-Italia

Tour Virtuali
Nelle vicinanze
Piazza Mercato Napoli
Piazza Mercato Napoli
Napoli (Napoli)
Piazza Cavour
Piazza Cavour
Napoli (Napoli)
Dove Soggiornare
Mappa
Clicca su Visualizza percorso per i dettagli sulle distanze.