Teatro Cilea


Via S. Domenico 30 - 80127 Napoli (Napoli)
Telefono: -
Fax:
E-mail:
Sito Ufficiale:


 
 



Luoghi



Teatro Cilea


Napoli (Napoli)


Il Teatro Cilea di Napoli comincia la sua fortunata carriera sul finire degli anni '70 dello scorso secolo quando il grande Mario Scarpetta decise di creare una “Compagnia stabile” di recitazione nella sala vomerese. Tra le opere rappresentate più apprezzate di quegli anni fu proprio la famosa scarpettiana e cioè alcune delle opere del grande commediografo napoletano Eduardo Scarpetta, interpretate proprio da suo nipote Mario, la conferma del grande successo è rintracciabile ancora oggi nelle teche della RAI, che volle videoriprendere tali spettacoli per poterli poi trasmetter in televisione e farne quindi successivamente videocassette -hometeatre-, tra l'altro vendutissime. 

 Proprio in queste riprese è piacevole notare come sia possibile ritrovare proprio la C simbolo del Teatro Cilea sulla buca del suggeritore, quasi a suggellare il connubio tra l'artista e questo teatro che tanto l'amò. Fu solo il terremoto dell''80 ad interrompere le recite di “Miseria e nobiltà” in quel momento in scena. Dopo pochi anni si ripresero le rappresentazioni, ma questa volta al teatro fu dato un nuovo respiro e sul palco si alternarono artisti e opere del nuovo teatro napoletano, per citarne solo alcuni; Vincenzo Salemme, Biagio Izzo, Francesco Paolantoni etc. assieme a questi recitarono sul bel palco anche alcuni degli artisti nazionali che proprio in quegli anni portarono avanti un nuovo discorso di comicità, spesso legato alla critica sul sociale e sugli avvenimenti politici, tra gli altri furono nostri ospiti Paolo Rossi, Paolo Hendel, Alessandro Bergonzoni etc.

 Fu invece il nuovo millennio ad ispirare nuovamente un cambio di direzione e scelte artistiche per il Teatro Cilea. si cominciò così a procedere ad un nuovo e mirato recupero della tradizione napoletana lasciando però sempre spazio all'interpretazione di giovani attori, si alternarono quindi sul palco attori giovani di talento e vere e proprie pietre miliari della nostra tradizione tra gli altri citiamo: Mario Merola, Peppe Barra Oscar Di Maio, Benedetto Casillo etc. E' così che si diede il via anche a tutta una serie di concerti musicali promossi dal Teatro Cilea che ponevano l'attenzione oltre che sulla nostra autoctona tradizione propriamente drammaturgia e recitativa, anche sulla egualmente importante tradizione di scrittura ed interpretazione di canzoni; canzoni napoletane, che sono diventate nei secoli veri e propri simboli della città oltre che della nazione tutta. Questa direzione è stata quindi fortemente voluta e confermata anche per la stagione teatrale 2007/8. 

il primario obbiettivo che il Teatro Cilea si è proposto per quest'anno è quello di recuperare alcune tappe fondamentali del nostro tessuto storico con il tentativo di recupero del teatro “popolare”. Puntando dunque al binomio, innovazione - tradizione, con la prima al servizio della seconda, accanto quindi a nuove tecniche di promozione dell'attività teatrale l'obbiettivo è quello di rilanciare la grande tradizione napoletana ed è così che il doppio binario di quest'anno ha proposto da un lato rappresentazioni che vedono coinvolti grandi attori della tradizione come: Peppe Barra, Patrizio Trampetti, Gigi Savoia, Sergio Solli, Mario Brancaccio, Maria Basile, Benedetto Casillo, Oscar Di Maio. dall'altro si affiancano a questi delle nuove leve, pur già con ragguardevole esperienza come; Gianfranco Gallo, Massimiliano Gallo, Ciro Ceruti, Rosario Verde. 

Inoltre attività parallele legate ad incontri liberi su disquisizioni di carattere puramente teatrale e musicale e l'attività del progetto teatro scuola, hanno ancora una volta confermato il successo della bella platea di Via San Domenico.

Tour Virtuali
Nelle vicinanze
Comune di Portici
Comune di Portici
Portici (Napoli)
Teatro Villa Patrizi
Teatro Villa Patrizi
Napoli (Napoli)
Stadio San Paolo
Stadio San Paolo
Napoli (Napoli)
Dove Soggiornare
Mappa
Clicca su Visualizza percorso per i dettagli sulle distanze.