Chiesa dell'ascensione a Chiaia


Via Chiaia - 80132 Napoli (Napoli)
Telefono: -
Fax:
E-mail:
Sito Ufficiale:


 
 



Luoghi



Chiesa dell'ascensione a Chiaia


Napoli (Napoli)


Fu edificata tra il 1622 e il 1643 dal Fanzago sul luogo di una precedente chiesa trecentesca officiata dai Celestini. Benché il committente, il conte di Mola, l'avesse dedicata a San Michele, la chiesa continuò a chiamarsi col nome dell'Ascensione. 

La facciata p caratterizzata da un pronao in piperno a tre arcate su pilastri. L'interno è a croce greca, segnato da un presbiterio rettangolare e da un'alta cupola, costruita quest'ultima nel 1767 in sostituzione di quella fanzaghiana. 

Di particolare rilievo sono i tre altari, quello maggiore di Aniello Gentile (1738), gli altri del Bastelli (1734). La pala dell'altare maggiore p una delle più splendide creazioni di Luca Giordano, siglata e datata 1757, raffigura La perdita del trono celeste di Lucifero e la sua cacciata dal Paradiso per opera di San Michele. 

Allo stesso autore è attribuita la cona del transetto destro con Sant'Anna e la Vergine. Sull'altare di riscontro è il dipinto di Alfonso di Spinga (secolo XVIII) illustrante San Celestino V che rinuncia al papato. 
Altri dipinti con storie del Santo sono sulla sovraporta della chiesa (autore ne è lo Spinga) in sacrestia (quattro tele con miracoli del Santo attribuiti a Giovan Battista Lama, 1730 ca.). 

Tra le altre opere da segnalare due dipinti dello Spinga sulle pareti del presbiterio (Agar nel deserto e Abramo e i tre angeli) e la tela ovale con l'Ascensione dipinta dal Lama per la cappellina a sinistra.

Tour Virtuali
Nelle vicinanze
Città di Napoli
Città di Napoli
Napoli (Napoli)
Teatro San Carlo
Teatro San Carlo
Napoli (Napoli)
Teatro Bellini
Teatro Bellini
Napoli (Napoli)
Dove Soggiornare
Mappa
Clicca su Visualizza percorso per i dettagli sulle distanze.