Comune di Alife


- 81011 Alife (Caserta)
Telefono: -
Fax:
E-mail:
Sito Ufficiale:


 
 



Luoghi



Comune di Alife


Alife (Caserta)


Il nome deriva dalla città sannitica conquistata dai romani nel 326 a.C. ma fu ricostruita come accampamento romano, nel I sec. a.C. Nonostante catastrofi naturali e le barbarie subite la città si conservò fino all'età normanna. Nel 1229, una lenta decadenza aggravata dalla malaria il centro fu quasi totalmente abbandonato. Nella vicina villa si conservano cippi funerari e resti dell'impluvio di una villa romana. 

Numerosi sono i resti storici come la statua ottocentesca dell'Estate, detta Giugno resti di un acquedotto. Proseguendo sul decumano si raggiunge invece l'ampia Piazza della Catedrale, mura della cattedrale antica voluta dal normanno Conte Rainulfo. All'interno della chiesa, sono visibili numerose opere come  la lastra tombale del 1483 con l'effige del vescovo Antonio Moretta, opera di Maurizio da Cerreto; una tela barocca raffigurante S. Sisto, ed una Ultima Cena settecentesca. 

A nord-est del nucleo abitativo ci sono i resti di un castello medievale. Non lontano nel Parco delle Pietre sono sarcofagi e cornici, cippi con iscrizioni e sculture divelti dall'aratro o recuperati tra detriti di scavo dallo scultore A. Parisi e destinati al Museo Archeologico in allestimento in un edificio presso il municipio. Molti altri sono i resti ritrovati nel territorio per lo piu' di natura funeraria romana.Durante un recente restauro e' venuto alla luce anche un tesoro di follari e monete normanne.



Info utili

Numero telefonico Comune: 0823.910409

Tour Virtuali
Nelle vicinanze
Comune di Montesarchio
Comune di Montesarchio
Montesarchio (Benevento)
Piazza Dogana
Piazza Dogana
Benevento (Benevento)
Chiesa di Santa Croce
Chiesa di Santa Croce
Vitulano (Benevento)
Dove Soggiornare
Mappa
Clicca su Visualizza percorso per i dettagli sulle distanze.