Comune di Manocalzati


- 83030 Manocalzati (Avellino)
Telefono: -
Fax:
E-mail:
Sito Ufficiale:


 
 



Luoghi



Comune di Manocalzati


Manocalzati (Avellino)


Notizie certe riguardanti questo paese si hanno in seguito all'invasione Longobarda. Le terre manocalzatesi vennero comprese nel Ducato di Benevento (VI sec.).

Nell'anno 1077 le terre furono conquistate dai normanni e successivamente fu amministrato da un subfeudatario del Conte di Avellino Rainulfo Butterico. Certamente nel 1241 Manocalzati era alle dipendenze di Avellino come dimostra la spesa a cui vennero chiamati i manocalzatesi per riparare il castello di quella citt�.

Nel 1377 feudatario di Manocalzati era Cristoforo Grillo a cui successe la figlia Costanza, sposa in seconde nozze a Rinaldo Poderico, alla morte dei coniugi le terre andarono in gestione alla Baronia di Candida dominio della famiglia Capece prima ( nobile famiglia napoletana originaria di Sorrento) e alla famiglia Filangieri dopo( illustre famiglia dell'Italia meridionale le cui origini risalgono al sec. XI quando il Normanno Angerio a seguito di Roberto il Guiscardo si stabil� nel Principato di Salerno, nel XIII secolo il ramo dei Filangieri di Candida ebbe origine da ALDOINO seguito successivamente da Giovanni 1450 -1504).

Nel 1465, Ferrante I d'Aragona Re di Napoli concesse il territorio ad Antonello Poderico signore di Napoli, primogenito di Rinaldo.Nel 1601 le terre di Manocalzati furono acquistate da Marco Antonio Capano a nome di Giovan Battista di Tocco signore di Montemiletto. Nel 1625, il principe Giovan Battista II di Tocco affitt� per tre anni a Carlo di Tocco le terre anche di Manocalzati fino al 31 agosto del 1628, termine prorogato fino al 31 agosto 1631.

Nel 1634, San Barbato era un casale sotto la giurisdizione del capitano di Montefalcione.Dal 1686 al 1693 il territorio di Manocalzati fu concesso dal principe Antonio di Tocco al capitano Carlo Fortunato. Probabilmente nel 1500 sul nostro territorio si ebbe uno scontro armato tra le truppe di Ferdinando II re di Spagna e le truppe francesi del re Luigi XII, la battaglia si svolse nell'ampio tratto che va da Pianodardine a Campopalmieri.

Manocalzati, gi� nella prima met� del 1500 contava diverse Chiese oltre alla Rettoria di San Marco.Nel 1700 Manocalzati contava 1035 abitanti, apparteneva alla Diocesi di Avellino.Nella prima met� del 1800 Manocalzati contava circa 1400 abitanti e faceva parte del Distretto di Avellino, nella seconda met� il villaggio di San Barbato non faceva pi� parte dei 73 comuni del distretto di Avellino venne accorpato al comune di Manocalzati.



Info utili

Numero telefonico Comune:0825.675581

Tour Virtuali
Nelle vicinanze
Dove Soggiornare
Mappa
Clicca su Visualizza percorso per i dettagli sulle distanze.