Comune di Montemiletto


- 83038 Montemiletto (Avellino)
Telefono: -
Fax:
E-mail:
Sito Ufficiale:


 
 



Luoghi



Comune di Montemiletto


Montemiletto (Avellino)


Le pi� antiche testimonianze risalgono al Paleolitico medio e collegate ad un villaggio capannicolo localizzato presso la cava Brogna dove scavi archeologici hanno portato alla luce un giacimento musteriano (et� della pietra scheggiata). La posizione dell'antichissimo insediamento, era strategica e sicura; posta su un crinale che domina le valli del Sabato e del Calore. All�et� sannitica si attribuiscono necropoli con le caratteristiche tombe "a cappuccina". L'et� romana � documentata da iscrizioni sepolcrali, e di ville rustiche. Tombe, mura, vasi e mattoni sono stati soprattutto rinvenuti in contrada San Giovanni.

L�insediamento di San Giovanni si collegava direttamente alla viabilit� romana, l� passava quella che nel Medioevo era detta la via antiqua che congiungeva Abellinum ad Aeclanum.Nell'Alto Medioevo, con l'istaurazione della dominazione longobarda, il territorio conobbe, sui resti degli insediamenti romani, una ripresa del ripopolamento rurale sulla base di curtes signorili, che raccoglievano la superstite popolazione latina, ridotta in condizione semi-servile dai Longobardi, che erano peraltro in numero assai limitato.

Le esigenze dell'arroccamento difensivo si accrebbero con le lotte tra Longobardi, Bizantini e Saraceni, e poi tra gli stessi Longobardi, quando, nell'849, a conclusione di una decennale guerra civile, l'originario ducato longobardo di Benevento si scisse nei due principati rivali di Salerno.

Nel periodo angioino Montemiletto fu feudo dei Gaillard dei Waudemont e dei de La Gonn�se.
Dopo le varie vicessitudini feudali vissute tutto sommato in maniera abbastanza equilibrata grazie ad un'equa distribuzione delle risorse agricole, si giunge alla fine del 1860, quando ad Ariano scoppi� la reazione borbonica che si propag� anche a Montemiletto. Particolarmente violenta fu la reazione di Montemiletto; una gran massa di contadini assal� e saccheggi� le case dei possidenti massacrandone gli esponenti.

Nonostante la durezza della repressione, il 7 luglio 1861 la rivolta si accese nuovamente. Il moto capitanato dal patriota avellinese Carmine Tarantino fu trucidato l'8 luglio, dopo una disperata resistenza nel palazzo Fierimonte. Con questo tragico evento Montemiletto entrava nella storia dello Stato unitario.

Il toponimo stesso di Montemiletto richiama l'origine normanna del paese. Monte, deriva dalla posizione elevata e quindi la funzione difensiva dell'abitato; Miletto, dall'originario insediamento dei milites (cavalieri) normanni.



Info utili

Numero telefonico Comune:0825.955823

Tour Virtuali
Nelle vicinanze
Dove Soggiornare
Mappa
Clicca su Visualizza percorso per i dettagli sulle distanze.