Comune di Giffoni Vallepiana


- 84095 Giffoni Valle Piana (Salerno)
Telefono: -
Fax:
E-mail:
Sito Ufficiale:


 
 



Luoghi



Comune di Giffoni Vallepiana


Giffoni Valle Piana (Salerno)


I tanti piccoli nuclei abitativi situati nella valle delimitata dai monti Picentini formano l'antica "Università di Giffoni valle e piano". Diverse sono le interpretazioni relative al nome Giffoni. Alcuni lo fanno derivare da Junonis Phanum, un presunto tempio edificato in onere della dea Giunone, altri dal verbo greco foneo che significa "mandar suoni", altri ancora dal latino gens funis ovvero "terra di gente ribelle".

L'interpretazione più accettabile  è però, che il toponimo Giffoni sia riferito a un nome di persona. Il determinante "valle e piano", invece, si riferisce sicuramente alla varietà morfologica del territorio. 

Alcuni ritrovamenti risalenti al III sec a.c. (le fornaci di Santa Maria a Vico) e al III sec d.C. (saccello di Ercole in località Campo) dimostrano che questa zona era abitata sin dall'antichità. 

Lo Stato di Giffoni, composto da ben 36 casali, fu sciolto con l'abolizione dei feudi nel 1806 facendo così nascere i due comuni di Giffoni Valle Piana e Giffoni Sei Casali. 

Tra gli eventi storici che hanno interessato questo territorio, va ricordata l'elevazione a diocesi dello Stato di Giffoni avvenuta per volere del papa Clemente VII, e con l'influenza del nostro concittadino Luca Gaurico, nel Concilio del 6 marzo del 1531. Il papa trasformò in Cattedrale la Chiesa dell'Annunziata e nominò primo vescovo Innico d'Avalos, vescovo di Aquino. A tale decisione si oppose in maniera talmente energica il cardinale Rodolfi, arcivescovo di Salerno, che la Santa Sede dovette revocare la sua decisione.



Info utili

Numero telefonico Comune:089.866234

Tour Virtuali
Nelle vicinanze
Dove Soggiornare
Mappa
Clicca su Visualizza percorso per i dettagli sulle distanze.