Comune di Nocera Inferiore


- 84014 Nocera Inferiore (Salerno)
Telefono: -
Fax:
E-mail:
Sito Ufficiale:


 
 



Luoghi



Comune di Nocera Inferiore


Nocera Inferiore (Salerno)


Fondata, intorno al '600 a. C.dagli Etruschi e dagli Italici Sarrasti, la città fu subito ricca e civile, come mostra la creazione di un proprio alfabeto. Passata nel IV Secolo ai Sanniti, mutò il nome originario Noukria in Nuceria Alfaterna, e fu la capitale di una potente lega, il cui territorio si estendeva dalle porte di Napoli al Golfo di Salerno. Dal 308 a.C. fu alleata di Roma, mantenendo però una piena autonomia e battendo moneta propria. 

Distrutta nel 216 a.C. da Annibale, risorse più grande e più forte, e conservò la propria indipendenza fino al 91 a.C quando i Nocerini ottennero la cittadinanza Romana e la città si trasformò in Municipio Romano. In quest'età essa si arricchì di splendidi Monumenti, in parte tornati alla luce, come il Teatro ( il più grande della Campania), l'Anfiteatro e la grandiosa Necropoli di Pizzone.

L'eruzione vesuviana del 79 d.C., pur danneggiandola e sottraendole la parte più fertile del suo territorio, né lasciò intatto il ruolo di maggior centro della Campania Meridionale.La decadenza sopravvenne alla fine dell'Impero, e si concluse con l'occupazione Longobarda che la lasciò spopolata per molti secoli.

La città risorse intorno al mille in un nuovo luogo, sulla collina del parco, e, nonostante una nuova distruzione nel 1138 da parte di Ruggero II d' Altavilla, continuò da allora la sua nuova vita. Feudo dei Filangieri, dei Latro, degli Zurlo, assunse il nome di Nocera de' Pagani.

Nel '500, col titolo di Duchi la tennero i Carafa, cui seguirono i Castel Rodrigo e i Pio di Savoia, fino l'abolizione del regime feudale nel 1806; furono secoli, soprattutto al tempo del Vicereame spagnolo, assai difficili e funestati da guerre, pestilenze, eruzioni vesuviane, terremoti, alluvioni, a cui però gli abitanti seppero sempre reagire con grande vitalità.

Nello stesso anno 1806, la riforma amministrativa di Giuseppe Bonaparte spezzò per sempre l'unità del territorio, e da Nocera dei Pagani nacquero i Comuni di Corbara, Sant'Egidio Montalbino, Pagani, Nocera San Matteo e Nocera Corpo.



Info utili

Numero telefonico Comune:081.5171997

Tour Virtuali
Nelle vicinanze
Dove Soggiornare
Mappa
Clicca su Visualizza percorso per i dettagli sulle distanze.