Baia (Frazione di Bacoli)


Baia - 80070 Bacoli (Napoli)
Telefono: -
Fax:
E-mail:
Sito Ufficiale:


 
 



Luoghi



Baia (Frazione di Bacoli)


Bacoli (Napoli)


Dei monumenti baiani oggi restano rovine imponenti, sparse nel territorio ed ancona di immenso fascino, nonostante il degrado dell'ambiente in cui sono inserite causato dalla irregolare proliferazione edilizia. Tra le principali, a parte il Tempio di Venere (in realt� aula termale della prima met� del II sec. d.C.) ed il Tempio di Diana (presumibilmente un'aula termale pi� tarda), che sono situati in propriet� private, il resto delle strutture monumentali romane di Baia � concentrato all'interno del parco. Nella parte pi� alta � la Villa dell'Ambulatio (con prima fase di II-I sec. a.C. e seconda fase di I d.C.), un esempio magnificente e ottimamente conservato di villa tardo-repubblicana, la cui terrezza principale offre una suggestiva visione dall'alto di Baia.

La restante parte del parco comprende una serie di impianti termali di diversa epoca e con diverse fasi. A Nord, il settore di Mercurio (del I sec. a.C. con rimaneggiamenti di III d.C.) � dominato dall'impressionante Tempio di Mercurio (un'enorme aula termale a cupola, che non cessa di destare meraviglia con l'atmosfera irreale che caratterizza l'interno della struttura, invasa dall'acqua). Il settore della Sosandra con fasi dall'et� sillana al III sec. d.C., era in origine una villa, dotata in epoca claudia di teatro-ninfeo e forse trasformata nel II d.C. in impianto termale o in hospitalia (alloggi) per i clienti delle vicine terme. Il settore di Venere si trova nella parte meridionale del parco, ed � interamente occupato da edifici termali: le "Piccole Terme", in alto, costruite nella seconda met� del I a.C. e ristrutturate nel II d.C., le terme del livello intermedio (dal II al IV sec. d.C) e le terme del livello inferiore (con fasi principali della prima et� imperiale e di et� adrianea), in cui si trovano le cosiddette stanze di Venere che conservano una ricca decorazione in stucco. Stucchi, mosaici, pitture sono ben conservati in molti vani dei complessi edilizi del parco. Si � ipotizzato che tutto il complesso facesse parte del palatium imperiale di Baia di cui ci parlano le fonti.

Tour Virtuali
Nelle vicinanze
Dove Soggiornare
Mappa
Clicca su Visualizza percorso per i dettagli sulle distanze.