Il Castello di Presenzano


Via Castello - 81050 Presenzano (Caserta)
Telefono: -
Fax:
E-mail:
Sito Ufficiale:


 
 



Luoghi



Il Castello di Presenzano


Presenzano (Caserta)


Il territorio di Presenzano corrisponde largamente a quello dell'antico centro Sannitico di Rufrae, noto sia attraverso testimonianze letterarie, sia cartografiche antiche, sia epigrafiche. Situato in posizione dominante e strategica al margine settentrionale della media valle del Volturno, ai piedi del Monte S. Leonardo, estrema propaggine del massiccio del Monte Cesima, il sito dell'attuale Presenzano e la sottostante piana furono intensamente ed ininterrottamente frequentati almeno dalla seconda metà del VII secolo a.C., epoca alla quale risalgono i primi rinvenimenti del piu' antico nucleo di necropoli scavato da W.Johannowsky all'inizio degli anni '70 del XX secolo.

Il medesimo studioso rinvenne a breve distanza di anni anche la stipe votiva un santuario frequentato dall'età arcaica sino all'inoltrato Ellenismo. Successivamente, G.Conta Haller, D.Caiazza e S.P. Oakley, valorizzarono la cinta poligonale sannitica sulla quale fu in età medioevale impostata la fortificazione della rocca dei Del Balzo. Scavi svolti negli anni '90 del XX secolo presso la località San Felice confermarono la presenza di un insediamento di tipo vicanico paganico di età tardo repubblicana e imperiale nei pressi della via Latina (attuale Casilina), ove sorgono i resti di un anfiteatro di piccole dimensioni addossato ad una scenografica terrazza artificiale.

Tra il 2000 e il 2001 il controllo dei lavori per la riqualificazione della piana di Presenzano ha condotto non solo all'individuazione di ben dodici siti di interesse, ma soprattutto alla comprensione della dinamica insediativa di medio e lungo periodo nella piana che appare intensamente occupata in ogni epoca. Un abitato osco circondato da un fossato era sito nella pianura ai piedi dell'attuale centro storico nel VII VI secolo a.C. e ad esso apparteneva la necropoli di località Robbia scavata da W. Johannowsky.  Agli inizi del V secolo a.C., a seguito di rivolgimenti sociali e politici che riguardarono l'intera piana campana e che condussero all'emersione a livello dominante dell'elemento osco sannitico, l'abitato fu probabilmente spostato sulla collina ove sorge l'attuale Presenzano, mentre sia il santuario di Masseria Perelle, sia la necropoli, continuarono ad essere frequentati.

La necropoli, in particolare, sembra essere particolarmente estesa e ricca di molti corredi funerari pertinenti a personaggi emergenti della compagine sociale sannita, costituiti da vasi di importazione dall'Attica, tra i quali spiccano numerosi vasi figurati di pregevolissima fattura. Alla ruralizzazione di età ellenistica seguì, in parallelo all'abitato presso la via Latina, la fondazione di un quartiere residenziale, con ogni probabilità pertinente ad un vicus, nell'area ai piedi dell'abitato moderno la cui lunga storia si concluse solo nel IX-X secolo d.C., quando di nuovo l'abitato si arroccò sulla sommità del Monte S. Leonardo.


Info utili
Numero telefonico Comune: 0823.989055

Come arrivare
Per chi proviene da Roma uscita autostradale consigliata S.Vittore, da Napoli uscita casello autostradale Caianello.

Tour Virtuali


Nelle vicinanze
Dove Soggiornare
Mappa
Clicca su Visualizza percorso per i dettagli sulle distanze.