Museo del Monte di Pietà


Via San Biagio dei Librai, 114 - 80138 Napoli (Napoli)
Telefono: -
Fax:
E-mail:
Sito Ufficiale:


 
 



Luoghi



Museo del Monte di Pietà


Napoli (Napoli)


Inaugurato nel dicembre del 1999, il Museo occupa la Cappella e tre sale ubicate al piano terra del Palazzo del Monte di Pietà, edificato tra il 1597 ed il 1605 da Giovan Battista Cavagna sull'area del preesistente palazzo di Girolamo Carafa dei duchi d'Andria. 

Il Sacro Monte di Pietà, istituzione benefica fondata da nobili napoletani, nacque per combattere l'usura elargendo prestiti senza scopo di lucro.

Le tre sale, un tempo destinate alle aste degli oggetti lasciati in pegno, dopo accurati restauri dei decori è curati dalla Soprintendenza dei Beni artistici e storici di Napoli è, raccolgono collezioni di oggetti di destinazione liturgica, arredi e dipinti della collezione del Banco di Napoli.

La prima sala, con il soffitto affrescato dall'Allegoria dell'Agricoltura attribuita a Belisario Corinzio, conserva ornamenti, oggetti liturgici e dipinti di manifattura napoletana. Da segnalare una serie di frasche in lamine di rame dorato, in carta e in corallini di vetro (fine XVIII secolo), un dipinto raffigurante Il Salvatore di Francesco Di Maria (Napoli, 1623-1690), un olio su tela rappresentante l'Addolorata della bottega di Paolo de Matteis e un San Gennaro di Nicola Menzele.

La seconda sala presenta sul soffitto l'Allegoria della Fecondità di Belisario Corinzio e Battistello Caracciolo. Conserva un parato d'altare in legno intagliato e dorato di manifattura napoletana del XVIII secolo, argenti e dipinti. Da segnalare un calice punzonato con la scritta Milesimo del 1697, l'ostensorio con fusto figurato recante sulla base lo stemma del Monte di Pietà, una lampada pensile con le raffigurazioni di Fede, Giustizia,  Fortezza e Temperanza, realizzato da argentiere napoletano della metà del XIX secolo, alcune notevoli cartegloria dalle eleganti cornici in legno intagliato e argentato del XVIII secolo, due dipinti di Bernardo Cavallino raffiguranti, il primo, la Morte di san Giuseppe e, il secondo, Cristo e l'adultera e, infine, quello di Domenico Fiasella, raffigurante Sansone e Dalila.

La terza e ultima sala, affrescata con l'Allegoria della Sapienza, conserva in teche murali paramenti liturgici ricamati in argento legato a spina e oro filato, in particolare paliotti d'altare e due dipinti, il primo del XVIII secolo, raffigurante San Girolamo, e il secondo del XVII secolo, rappresentante San Sebastiano (di scuola napoletana).

- Indirizzo: Palazzo Carafa, via S. Biagio dei Librai 114 - 80138 Napoli (NA) 

- Telefono: 081580711; 0817913245

- Fax: 0817913539

- Indirizzo di posta elettronica
spbdn.rapportiistituzionali@sanpaoloimi.com

- Ente sovraordinato: Sanpaolo Banco di Napoli

- Orario: Sabato: 9.00-19.00 / Domenica: 9.00-14.00

- Ingresso: gratuito

- Per arrivare: Il Museo è ubicato lungo il Decumano inferiore di Napoli, distante dall'aeroporto di Capodichino circa 9 km. è raggiungibile in autobus, utilizzando le linee AMN in partenza dalla Stazione centrale di piazza Garibaldi, fermata Piazza Bovio.

- Visite guidate: Per esigenze particolari improcrastinabili, le visite in giorni diversi da quelli di apertura dovranno essere prenotate inviando richiesta scritta ai seguenti indirizzi: Sanpaolo Banco di Napoli - Segreteria Rapporti Istituzionali - Via Toledo 177, 80132 Napoli; tel. 081-7913539; e-mail spbdn.rapportiistituzionali@sanpaoloimi.com

- Contatti: Dott.ssa Paola Franchomme (Responsabile Segreteria Rapporti Istituzionali Sanpaolo Banco di Napoli). 
Telefono 081/7913245; fax 081/7913539; 
e-mail: spbdn.rapportiistituzionali@sanpaoloimi.com

Tour Virtuali
Nelle vicinanze
Teatro Augusteo di Napoli
Teatro Augusteo di Napoli
Napoli (Napoli)
Piazza Ferdinando Fuga
Piazza Ferdinando Fuga
Napoli (Napoli)
Chiesa del Gesu' Nuovo
Chiesa del Gesu' Nuovo
Napoli (Napoli)
Dove Soggiornare
Mappa
Clicca su Visualizza percorso per i dettagli sulle distanze.