Parco Sommerso di Baia - Area Marina Protetta


- 80070 Bacoli (Napoli)
Telefono: -
Fax:
E-mail:
Sito Ufficiale:


 
 



Luoghi



Parco Sommerso di Baia - Area Marina Protetta


Bacoli (Napoli)


Il Parco Sommerso di Baia-Area Marina Protetta si estende lungo un breve tratto della costa tra Baia e Pozzuoli, compreso tra il molo Omlin e il lido Augusto, ai piedi del Monte Nuovo. Rappresenta un'area marina unica nel panorama mediterraneo, dove l'intreccio di geologia, natura e storia restituiscono un fondale di eccezionale valore. Compreso nell'area dei Campi Flegrei, territorio a Nord Ovest di Napoli, deve la sua origine alla natura vulcanica del territorio. 

Sorgenti termali, esalazioni gassose, solfatare caratterizzano l'area circostante. Un lento inesorabile movimento della terra, il bradisisma, ha continuamente modificato la linea del paesaggio, provocando la progressiva immersione della linea di costa. Così, un incredibile patrimonio archeologico, ville, terme, strade ed edifici pubblici si trovano sotto il livello del mare, a profondità comprese tra i 2 e i 15 metri. Equiparato alle altre Aree marine Protette, distese sul territorio nazionale, è diviso in tre zone A, B e C, a seconda del grado di tutela. 

La zona A, di protezione integrale, ai piedi di Punta dell'Epitaffio, custodisce le strutture del ninfeo dell'imperatore Claudio,risalente al I sec.d.C.; fedelmente ricostruito nelle sale del Castello di Baia con la sua decorazione marmorea e con il gruppo scultoreo di Ulisse e Baios nella scena di offerta del vino a Polifemo. Lungo una strada lastricata si aprono due complessi residenziali di età imperiale (I-III sec.d.C.), la cosiddetta Villa a Protiro, dal caratteristico accesso con due colonne e la Villa dei Pisoni, appartenuta all'omonima famiglia, sterminata per aver congiurato contro l'imperatore Nerone. 

Dotate di terme, giardini, quartieri marittimi, vani di soggiorno, cisterne e peschiere, conservano quasi inalterata la decorazione musiva. Magazzini, locali di servizio, il basolato dell'antica via Herculea, canali di accesso al lago di Lucrino, bacino esterno dell'antico Portus Iulius, a pochi metri di profondità, caratterizzano invece i fondali della zona B. Imponenti pilastri a base quadrata costruiti in opus reticulatum e latericium, alti 4 metri con lati di 7 metri, disposti in fila caratterizzano la cosiddetta Secca della Fumosa, limite esterno della zona C.

La secca è così definita per la presenza di numerose esalazioni di acqua calda con evidenti depositi sulfurei gialli ed emissioni di gas che disegnano fondali inaspettati. 

Maggiori informazioni:
Ente Gestore: Soprintendenza per i beni Archeologici delle Province di Napoli e Caserta 
Sede: Castello di Baia via Castello, 39 Bacoli (Napoli)
Tel./fax: 081/5235992 

Tour Virtuali
Nelle vicinanze
Tempio di Serapide
Tempio di Serapide
Pozzuoli (Napoli)
Lago Di Patria
Lago Di Patria
Giugliano in Campania (Napoli)
Comune di Pozzuoli
Comune di Pozzuoli
Pozzuoli (Napoli)
Dove Soggiornare
Mappa
Clicca su Visualizza percorso per i dettagli sulle distanze.