Comune di Baiano


- 83022 Baiano (Avellino)
Telefono: -
Fax:
E-mail:
Sito Ufficiale:


 
 



Luoghi



Comune di Baiano


Baiano (Avellino)


Baiano ha origini remote e le prime attestazioni della presenza dell'uomo nei dintorni del paese risalgono all'et� del ferro, incerta � anche l'origine del nome. Per alcuni deriverebbe da praedium Vallejanum (Villa di Valleo) oppure da praedium Badianum (Villa di Badio), per cui venne successivamente chiamata Vallejanum, Bajetaum ed infine Baianum. Poich� nello stemma del comune c'� una lettera V che inquadra un cervo, si pu� ipotizzare che Baiano abbia preso il suo nome da Valleo, uno dei principali cittadini della vicina urbs Abella, vissuto ai tempi del basso Impero e discendente da una nobile famiglia romana.

Durante la guerra sociale questo casale fu conquistato da Silla che lo assegn� alla 47� Legione Romana (82 a.C.). Nell'anno 79 a.C. fu saccheggiato dall'esercito di Spartaco. Sotto l'imperatore Augusto, nella divisione amministrativa della penisola italiana, venne assegnato alla trib� Galeria.

Caduto l'Impero Romano, questo nucleo abitato and� soggetto a numerose incursioni barbariche (Alarico nel 405 d.C. e Genserico nel 451 d. C.). Insieme ad Avella nel 589 d.C. entr� a far parte del Ducato di Benevento, retto dal longobardo Auturi.Dopo nuove invasioni barbariche (prima i Saraceni e poi gli Ungari) il casale pass� al principato di Salerno e nel 1075 fu aggregato al principato Normanno.

Nel 1210 cessa di essere casale di Avella e comincia ad essere tassato a parte. Dopo la dominazione normanna pass� sotto il controllo degli Svevi di Federico II.Nel 1371 la Regina Giovanna I don� il territorio di Baiano, insieme a quello di Avella, a Nicola Janvilla, conte di S. Angelo dei Lombardi.

Successivamente fu feudo degli Orsini e poi, con decreto reale del 9.9.1605, fu assegnato alla Baronia di Avella, retta da Don Giovanni Andrea Doria.Il territorio di Baiano divenne autonomo tra la fine del XVII e il principio del XVIII sec., e comunque prima del 1726 quando ottenne, con decreto reale, l'uso civico del bosco di Arciano.

Divenne pi� tardi Capoluogo di mandamento e nel 1860 fu aggregato per compensazione alla provincia irpina. Nel corso del XX secolo vi sono stati due grossi flussi emigratori, il primo, databile tra le due guerre mondiali, verso le Americhe, il secondo, dagli anni '50 fino agli anni '70, verso l'Europa del Nord.

Il terremoto del 1980, che sconvolse tutta l'Irpinia, non risparmi� neanche Baiano danneggiando tutti gli edifici di interesse storico. Tra questi, � andato completamente perduto quello prospiciente la piazza F.sco Napolitano che ospitava la scuola elementare. Al suo posto oggi si trova la piazza S. Stefano.



Info utili

Numero telefonico Comune:081.8243041

Tour Virtuali
Nelle vicinanze
Castelletto Parise
Castelletto Parise
Forino (Avellino)
Comune di Chianche
Comune di Chianche
Chianche (Avellino)
Chiesa Madre di Santa Maria
Chiesa Madre di Santa Maria
Montecalvo Irpino (Avellino)
Dove Soggiornare
Mappa
Clicca su Visualizza percorso per i dettagli sulle distanze.